S. Ramat, Lettere a Bruna, 2017

Giuseppe Ungaretti, Lettere a Bruna, a cura di Silvio Ramat, Mondadori, Milano  2017

Collana: Oscar baobab, moderni. Pagine: 705.

Estate 1966. Per una serie di conferenze Giuseppe Ungaretti è in Brasile, una terra in cui ha abitato a lungo e a cui è particolarmente legato. Vestita di rosso, alla fine di un incontro pubblico gli si avvicina la giovane Bruna Bianco, che gli consegna alcune sue poesie: prende avvio così una relazione che Continua a leggere

V. Suvini-Hand, Menti fluttuanti e paesaggi mutevoli, 2017

Vivienne Suvini-Hand, Menti fluttuanti e paesaggi mutevoli. L’Egitto su ‘basi spettrali’ di Giuseppe Ungaretti, GRIN Publishing, Monaco Germania 2017.

Pagine: 24.

L’atteggiamento oscillante di Ungaretti rispetto all’Egitto nelle poesie dell’Allegria deriva in gran parte dal suo problema di identità, e gli studi già svolti su Ungaretti hanno affrontato il Continua a leggere

G. Ungaretti, Il porto sepolto, 2017

Giuseppe Ungaretti, Il porto sepolto, a cura di Enrico Folisi, Gaspari, Udine 2017.

Traduzione di Luca De Clara. Pagine: 47.  

La nuova pubblicazione della raccolta “Il porto sepolto” nell’edizione di Udine del dicembre 1916, allora stampata presso lo Stabilimento Tipografico Friulano, a cento anni dalla sua comparsa, oggi con la traduzione in lingua friulana ad opera di Luca De Clara, è innanzitutto un omaggio a Giuseppe Ungaretti Continua a leggere

Conversazioni radiofoniche, 2017

conversazioni radiofoniche Ungaretti Amrouche

Giuseppe Ungaretti  – Jean Amrouche, Conversazioni radiofoniche; a cura di Philippe Jaccottet, Universosud, 2017.

Traduzione di Filomena Calabrese e Hamza Zirem. Pagine: 151.

Il testo raccoglie le interviste andate in onda dal 1955 per la Radiodiffusion Française. Jean Amrouche, lo scrittore franco-algerino che aveva inventato un genere radiofonico nuovo per l’epoca, s’era recato a Roma per una lunghissima intervista ad Ungaretti. Continua a leggere

C. Ossola, Ungaretti, 2016

Carlo Ossola, Ungaretti, poeta, Marsilio, Venezia 2016

Pagine: 250.

«Sono un frutto/ d’innumerevoli contrasti d’innesti». Così si definisce Giuseppe Ungaretti nella poesia Italia, manifesto del Porto Sepolto, 1916. Tale l’origine, e pari il destino: nato ad Alessandria d’Egitto nel 1888 da genitori lucchesi emigrati al momento delle opere di scavo del canale di Suez; Continua a leggere

G. Ungaretti, 106 poesie, 2016

ungaretti 106 poesie

Giuseppe Ungaretti, Vita d’un uomo, 106 poesie (1914-2016), Mondadori, Milano 2016

Collana: Oscar moderni. Seconda edizione. Pagine: 266.

“Il solo innovatore, o liberatore, nella catena dei poeti moderni è stato proprio Ungaretti. In questo senso si può dire che tutti sono, o siamo, usciti dal pastrano di Ungaretti” ha scritto Gianfranco Contini. Uscita nel 1966, con l’autorizzazione dell’autore, questa antologia, che porta lo stesso titolo Continua a leggere