Aldo Moro e Giuseppe Ungaretti

Aldo Moro e Giuseppe Ungaretti
Giuseppe Ungaretti con Aldo Moro

Aldo Moro (Maglie 1916 – Roma 1978). 

Uomo politico.

Aldo Moro e Giuseppe Ungaretti non ebbero molte occasioni per frequentarsi, pur vivendo a lungo nella stessa città (Roma). Tuttavia va dedicata qualche riga al loro rapporto: nel febbraio 1968, quando il poeta compì 80 anni, fu proprio Aldo Moro –  all’epoca presidente del Consiglio dei Ministri –  a dare un solenne ricevimento a Palazzo Ghigi in onore di Ungaretti. Ungaretti si presentò alla cerimonia col suo bastone col pomo d’avorio, un colbacco nuovo comprato in Svizzera, al dito un grande e antico scarabeo egizio, così grande da portarlo rovesciato verso il palmo della mano. Memorabile il suo intervento: «Non dico mai di avere ottant’anni: dico di averne quattro volte venti». Continua a leggere

Benito Mussolini e Giuseppe Ungaretti

   

Benito Mussolini e Giuseppe Ungaretti
Benito Mussolini

Benito Mussolini (Predappio 1883 – Giulino 1945).

Uomo politico. Fu anche giornalista.

Il giovane Ungaretti viveva ancora in Egitto quando sentì parlare per la prima volta di Mussolini; anzi, probabilmente lesse anche qualche suo articolo apparso sulla «Voce», rivista a cui Ungaretti era abbonato. Il primo incontro di persona, invece, avvenne a Milano nel febbraio 1915. Il poeta, proveniente da Viareggio, era giunto nel capoluogo lombardo nel settembre 1914; lì, dal mese di novembre di quello stesso anno, Mussolini dirigeva «Il Popolo d’Italia». Il primo incontro fra il poeta e il Duce avvenne proprio nella sede del giornale fascista: Ungaretti fu presentato a Mussolini da Filippo Corridoni; si presentò all’appuntamento con una lettera del fratello Costantino spedita dall’Egitto Continua a leggere