C. Auria, La vita nascosta di Ungaretti, 2019

giuseppe Ungaretti libri poesia

Claudio Auria, La vita nascosta di Giuseppe Ungaretti, Le Monnier, Firenze 2019

Collana: Dentro la Storia. Pagine: 480.

Recensioni: «Il Messaggero», «Libero», «TV2000», «Letture.org», «Secolo d’Italia», «Adnkronos», «Il Resto del Carlino», «L’Osservatore Romano», «TG2», «La Gazzetta del Mezzogiorno», «Avvenire».

Ungaretti, negli ultimi anni della sua vita, s’era impegnato a fondo per lasciarci una sua autobiografia ampiamente addomesticata. Continua a leggere

I. De Michelis, «Andrò senza lasciare impronta», 2012

giuseppe ungaretti libri

Ida De Michelis, «Andrò senza lasciare impronta». Percorsi identitari di Giuseppe Ungaretti, Nuova Cultura, Roma 2012

Collana: Studi letterari. Pagine: 114.

Il mito della autobiografia in versi è stato perseguito costantemente nella produzione lirica di Giuseppe Ungaretti. La dialettica tra poeta e critico, autore ed autoesegeta, uomo e scrittore, guida il lettore nell’itinerario bio-bibliografico di questo grande poeta del nostro Novecento. Lo studio è altresì corredato da materiali epistolari inediti.

P. Baioni, Cammina cammina ho ritrovato il pozzo d’amore, 2012

Paola Baioni, Cammina cammina ho ritrovato il pozzo d’amore. La Bibbia nella poesia di Giuseppe Ungaretti, Aracne, Roma 2012

Prefazione di Giorgio Baroni. Pagine: 128.

Il volume prende in esame il rapporto tra la poesia di Ungaretti e la Bibbia. Il poeta, “nomade d’amore”, è alla ricerca di un “paese innocente”. Continua a leggere

G. Ungaretti, L’allegria, 2011

Giuseppe Ungaretti, L’allegria, Mondadori, Milano 2011

Formato Kindle. Pagine: 121.

Il primitivo titolo, strano, dicono, era Allegria di Naufragi. Strano se tutto non fosse naufragio, se tutto non fosse travolto, soffocato, consumato dal tempo. Esultanza che l’attimo, avvenendo, dà perché fuggitivo, attimo che soltanto amore può strappare al tempo, l’amore più forte che non possa essere la morte. È il punto dal quale scatta quell’esultanza d’un attimo, quell’allegria che, quale fonte, non avrà mai se non il sentimento della presenza della morte da scongiurare. Non si tratta di filosofia, si tratta d’esperienza concreta, compiuta sino dall’infanzia vissuta ad Alessandria e che la guerra Continua a leggere

V. Cappelli, Leopardi, Ungaretti, Montale, 2011

Valeria Cappelli, Leopardi, Ungaretti, Montale. Letture, Jaca book, Milano 2011

Collana: Di fronte e attraverso. Pagine: 116.

Il lavoro dell’autrice intende evidenziare l’essenza profondamente umana della poesia e dell’opera degli autori in questione. Connaturata al linguaggio poetico è infatti la tensione inesauribile a ciò che è “oltre”, l’apertura al mistero, alla totalità; e questo s’impone con tanta più chiarezza quando è presente nel poeta la consapevolezza lucida del dramma irrisolto della coscienza umana. Ma Continua a leggere

G. Ungaretti, Tutte le poesie, 2009

Giuseppe Ungaretti, Vita d’un uomo. Tutte le poesie, a cura di Carlo Ossola, Mondadori, Milano 2009

Collana: I Meridiani. Pagine: 1589.

L’edizione, curata dal maggior esegeta ungarettiano, Carlo Ossola, pur mantenendo l’impostazione e i contenuti del volume predisposto dall’autore stesso nel 1969, lo arricchisce di una nuova sezione di “poesie ritrovate” e di alcuni testi inediti, e lo correda di una preziosa Continua a leggere

G. Ungaretti, Il porto sepolto, 2005

Giuseppe Ungaretti, Il porto sepolto (1922). Un libro inedito, a cura di Francesca Corvi, Biblioteca di Via Senato, Milano 2005

Collana: I Ritorni. Pagine: 243.

Nel 1922 Ungaretti consegna al “gentile Ettore Serra”, che già si occupò della prima edizione nel 1916, questo dattiloscritto, preparatorio della stampa dell’anno successivo e tuttavia Continua a leggere